Posted on Lascia un commento

Coronavirus. Quando una parte di te preferisce morire piuttosto che vivere in queste condizioni.

Coronavirus. Se una parte di te preferisce togliersi la vita piuttosto che vivere in queste condizioni.

In questi tempi di coronavirus ,mi sono accorta che una parte della mia coscienza preferirebbe farla finita piuttosto che sentirsi prigioniera.  È disposta a morire di fame che andare in giro e guardare la gente con le maschere e guanti, vederle fare spesa in queste condizioni. Ed è normale perché si è costretti di incontrare il terrore, la miseria, il senso di impotenza, la paura e l’ignoranza umana.  Se succede anche a voi, dovete proteggere quella parte. Amatela e rassicuratela. Ripetetele più volte il mantraTi amo, mi dispiace, ti prego perdonami, grazie”. 

Gestitela attraverso l’osservazione e soprattutto non identificatevi con essa! Se lo fate rischiate di entrare in un stato depressivo di bassa vibrazione. Stare a lungo in esso a livello sottile significa rimanere incastrati nei piani inferiori del corpo astrale della terra(il purgatorio). Significa stare nella quarta dimensione (quella più vicina della terra). In essa si trovano molte anime perse e molte entità negative quali si nutrano con le paure e le emozioni inferiori che producono i vivi.. questo perché sono attaccati al piano materiale e non riescono andare oltre (per saperne di più guarda il filmLa nostra dimora). Sono la gran parte degli spiriti morti con quali collaborano i maghi neri e le streghe per fare le loro magie, fatture e allegamenti. 

Se fate degli incubi strani, se avete crisi isteriche, attacchi di panico o raptus, oppure se iniziano a venirvi pensieri strani come la voglia di suicidarvi.. ecco, in questo caso siate consapevoli che non siete voi, ma queste entità negative e spiriti morti con quali siete entrati in contatto. Quindi disconnettetevi subito! Attraverso la respirazione connettetevi alla fonte divina. 

Aprite il cuore e respirate profondamente:

Inspira amore ed espira amore…

Inspira amore ed espira amore…

Inspira amore ed espira amore…

Ripeti più volte: “IO SONO l’Unica Presenza Onnipotente che agisce nella mia mente, nel mio corpo e nel mio spirito.”

“L’Amore guarisce tutto e crea un scudo protettivo e impenetrabile per gli esseri oscuri.”

©Victoria Draco

My YouTube Chanel

Posted on 1 commento

LE PERSONE EMPATICHE SONO COLORO CHE SALVERANNO IL MONDO AL PATTO CHE IMPARINO A SALVARSI DAL MONDO

LE PERSONE EMPATICHE SONO COLORO CHE SALVERANNO IL MONDO AL PATTO CHE IMPARINO A SALVARSI DAL MONDO
LE PERSONE EMPATICHE SONO COLORO CHE SALVERANNO IL MONDO AL PATTO CHE IMPARINO A SALVARSI DAL MONDO

Le persone empatiche sono custodi dell’amore e la compassione divina: sono la coppa che contiene l’antidoto contro il male, ovvero la cura di ogni malessere…

Spesso però, si dimenticano di usare la loro medicina potente su di sé stesse, oppure non sanno neanche di poterlo fare. Allora mentre alleviano il dolore con la loro empatia, assorbono come spugna le negatività delle circostanze esterne entrando in risonanza totale con la sofferenza degli altri…

ed ecco che soffrono e diventano i capri espiatori del dolore della gente, quando invece dovrebbero essere immuni da esso, per far sì che l’Amore divino e incondizionato custodito nei loro cuori entri in risonanza totale con il Cuore del Mondo.

Se sei una persona empatica, prima di andare a salvare il mondo, impara a salvarti dal mondo: assicurati di aver bevuto dalla coppa dell’amore che porti nel tuo cuore e poi fai bere gli altri… 

Una persona empatica assorbe sia le positività sia le negatività energetiche degli altri, perciò deve imparare a proteggersi altrimenti rischia di impazzire, ammalarsi e a dirittura morire. La persona empatica è contemporaneamente la pecora nera e l’eletto che salva il mondo.

Per essere immuni dal veleno, non è sufficiente avere l’antidoto, bisogna anche assumerlo:

PRIMA AMA TE E POI AMA GLI ALTRI!


Posted on 1 commento

Tarocchi Interattivi: come mi devo comportare con la persona a cui sto pensando?

Tarocchi Interattivi: come mi devo comportare con la persona a cui sto pensando? Psychic reading.

Come mi devo comportare con la persona a cui sto pensando? – questa è la domanda a cui risponde la lettura di Tarocchi. Tratta anche argomenti come “Narcisismo“, “Saper dire No” e “Ci sentiamo incerti quando permettiamo agli altri di decidere per noi“.

Narcisismo

Quando attiriamo un narcisista che ci abusa, in realtà attiriamo il riflesso della nostra parte narcisista che ci sta abusando: uno dei nostri lati d’ombra, quale invece di amarci, ci abusa ogni giorno con pensieri ed emozioni tossici fino a ché la luce, la fiducia, l’amore e la nostra bellezza animica non si spengono completamente…

Saper dire No

Ascoltare sé stessi è di fondamentale importanza perché ci permette di sentire quando è necessario dire No agli altri…

Ci sentiamo incerti quando permettiamo agli altri di decidere per noi

Ci sentiamo confusi i disorientati quando lasciamo che gli altri decidono per noi. Allora perdiamo il controllo e la gestione della nostra vita…

Buona visione!

Victoria D.

Posted on Lascia un commento

I tre più grandi assassini d’amore

tre più grandi assassini d'amore

I tre più grandi assassini dell’Amore sono:

  1. Dipendenza emotiva
  2. Aspettative preliminari
  3. Gelosia

Dipendenza emotiva

La dipendenza emotiva è il più potente killer d’amore che sia mai esistito. Tuttavia, la maggior parte dei membri della razza umana non può distinguere l’amore della dipendenza; hanno confuso l’uno con l’altro e continuano a confonderli ogni giorno.

“Dipendente emotivo”- quando pensi che ci sia qualcosa fuori di te che non hai al momento e di cui necessiti per sentirti felice. Dal momento che ritieni di averne bisogno, farai praticamente qualsiasi cosa per ottenerlo.
Cercherai di ottenere ciò che pensi di aver bisogno.
La maggior parte delle persone ottiene ciò che pensa di aver bisogno facendo commercio. Quello che hanno già, lo scambiano per ciò che vogliono avere.
Questo processo chiamano “amore”.

Nulla interferisce con il tuo amore “l’uno per l’altra” così come il pensiero che hai qualcosa da perdere.
Anche se riesci ad eliminare il senso di dipendenza emotiva dal tuo rapporto tra “me e l’altro” e tra “me e me”, potresti ancora dover combattere le aspettative. Questo è uno stato in cui si sostiene l’idea che una persona nella tua vita debba agire in un certo modo per essere rivelata come quella che tu consideri che lei dovrebbe essere.

Aspettative preliminari

Le aspettative, così come la dipendenza emotiva, sono mortali.
Le aspettative limitano la libertà – e la libertà è l’essenza dell’amore.
Puoi uscire dalle aspettative quando non vuoi che una persona appaia come quella che immagini. Quindi le aspettative volano via. Ami l’altro così com’è, ma questo può accadere solo quando ti ami così come sei. E questo può accadere solo quando mi ami esattamente come sono.
Per fare questo, devi conoscermi come sono, non quello che pensavi fossi.

Gelosia

Elimina l’idea che la tua felicità dipenda da qualcosa al di fuori di te e sarai libero dalla gelosia. Sbarazzati dell’idea che in amore ci si aspetta di prendere in cambio ciò che dai e sarai libero dalla gelosia. Sbarazzati delle tue affermazioni sul tempo, l’energia, i mezzi o l’amore di ogni uomo – e sarai libero dalla gelosia.

Il problema è che molte persone confondono l’amore con il bisogno. Pensano che queste due parole, queste due sensazioni siano intercambiabili. Ma loro non lo sono. Amare qualcuno non ha niente a che fare con averne bisogno.
Puoi amare qualcuno e allo stesso tempo averne bisogno, ma non lo ami, perché hai bisogno di lui. Se lo ami perché hai bisogno di lui, non l’hai amato affatto, ma hai amato solo ciò che ti ha dato.
Quando ami la persona per quella che è, a prescindere se ti dà ciò di cui hai bisogno, il tuo amore è reale. Quando non hai bisogno di nulla, puoi dire di aver amato davvero.

Ricorda: l’amore non conosce condizioni, vincoli e bisogni.

Amare un altro non significa che devi smettere di amarti. Dare all’altro libertà completa non significa dargli il diritto di ferirti o chiuderti in una prigione costruita da te stesso in quale vivere nel modo in cui non desideri solo per far vivere l’altro, così come lui ha deciso. Tuttavia, dare piena libertà significa davvero non imporre alcun limite all’altro.

leggi anche: